officina meccanica
You are here: Home / Blog / I controlli di sicurezza da richiedere al tuo meccanico

I controlli di sicurezza da richiedere al tuo meccanico

I controlli di sicurezza da richiedere al tuo meccanico

Daniele 20/01/2015 0 comments
CheckUp Sicurezza   Ovvero i controlli di sicurezza da chiedere al tuo meccanico di fiducia. Per evitare spiacevoli inconvenienti all’autovettura, è bene eseguire una serie di controlli prima delle partenze per viaggiare in tutta sicurezza. Gli elementi dell’autoveicolo da sottoporre a controllo sono: Olio motore e livello liquido freni Controlla o fai controllare il livello […]

CheckUp Sicurezza

 

Ovvero i controlli di sicurezza da chiedere al tuo meccanico di fiducia.

Per evitare spiacevoli inconvenienti all’autovettura, è bene eseguire una serie di controlli prima delle partenze per viaggiare in tutta sicurezza.

Gli elementi dell’autoveicolo da sottoporre a controllo sono:

Olio motore e livello liquido freni

Controlla o fai controllare il livello dell’olio motore ogni 2.000 km chilometri circa e ricordati che va sostituito almeno una volta all’anno Il liquido freni va sostituito ogni due anni

Batteria

Controlla periodicamente la carica della batteria, soprattutto in estate e in inverno

Tergicristalli

D’estate il calore può indebolire i tergenti in gomma dei tergicristalli. Per avere una visuale sgombra in caso di pioggia, assicurati che le spazzole anteriori e posteriori aderiscano al vetro in ogni suo punto

Controllo dei pneumatici

Assicurati che la pressione delle gomme sia quella raccomandata, tenendo presente che le basse temperature influiscono sulle prestazioni dei pneumatici

Sostituire il filtro aria abitacolo

Il filtro antipolline è responsabile della qualità dell’aria che respiri nell’abitacolo, va sostituito ogni 15.000 km o almeno una volta all’anno

Sostituire il filtro aria motore

Un filtro aria pulito diminuisce i consumi ed aumenta l’efficienza del motore

Ammortizzatori

Gli ammortizzatori sono particolarmente soggetti ad usura in quanto vengono sollecitati in continuazione, falli controllare almeno ogni 20.000 km!

Freni anteriori Freni posteriori

Uno dei più importanti elementi di sicurezza, l’impianto frenante deve essere sempre in ottimo stato. Chiedi al tuo meccanico di effettuare un controllo ogni 15.000 km.

Luci

Un sistema di illuminazione funzionante è fondamentale per la tua sicurezza, fai controllare periodicamente le luci, sapendo che le lampadine vanno sostituite ogni 2 anni

 

Climatizzazione

 

Il climatizzatore è un accessorio di comfort applicato ormai su qualsiasi vettura nuova.

Per un corretto funzionamento è necessaria una manutenzione periodica ed una ricarica almeno ogni due anni, visto che una leggera perdita è da considerarsi normale negli impianti clima.

Controlli:

  • Verifica quantità gas nel circuito (ogni 2 anni)

  • Sostituzione filtro abitacolo ogni 15.000 km.

  • Sostituzione filtro disidratatore ogni 2 anni o 60.000 km.

  • Verifica pressioni di funzionamento (una volta all’anno)

  • Pulizia condensatore per favorire lo scambio termico.

  • Eventuale disinfezione e pulizia dell’evaporatore per prevenire odori sgradevoli.

  • Verifica cinghia comando compressore.

È buona norma l’accensione del climatizzatore anche nel periodo invernale ogni 15 giorni al fine di evitare anomalie all’impianto.
L’utilizzo del climatizzatore nel periodo invernale è utile per ridurre l’umidità all’interno dell’abitacolo
(condensa sui vetri).
Un corretto utilizzo del ricircolo ottimizza le prestazioni del climatizzatore.
Sarebbe buona regola spegnere il climatizzatore pochi minuti prima dell’arrivo a destinazione, lasciando però la ventola accesa per far si che l’evaporatore si asciughi ed evitare il formarsi di umidità che può creare muffe, funghi ed odori sgradevoli

Senti cattivi odori all’interno dell’abitacolo?

Se, accendendo il clima, avverti un cattivo odore proveniente dalle bocchette diffusione aria, fai verificare le condizioni del filtro abitacolo ed eventualmente fallo sostituire. La sostituzione andrebbe effettuata ogni 15.000 km. Per le vetture che non hanno questo tipo di filtro, consigliamo (dove possibile) di applicarlo.
Inoltre, per essere sicuri di eseguire un buon lavoro che duri nel tempo è senz’altro utile eseguire una sanificazione dell’evaporatore al fine di eliminare muffe e batteri.
Il filtro abitacolo serve per filtrare l’aria che viene prelevata dall’esterno per essere immessa nell’abitacolo. Esistono normali filtri antipolline e filtri ai carboni attivi. La differenza sostanziale è che i primi servono soltanto alla microfiltratura dell’aria mentre i secondi riescono anche ad abbattere gli odori ed assorbire alcuni gas presenti nell’aria inquinata del traffico cittadino (benzene, piombo, polveri, pollini, ecc.).

Una verifica da eseguire sulle vetture che presentano cattivi odori nell’abitacolo è quella di controllare il corretto funzionamento dello scarico condensa. Bisogna verificare che siano presenti scarichi di condensa per terra durante l’utilizzo dell’impianto clima, altrimenti significa che lo scarico è otturato e di conseguenza è possibile il prolificare di muffe, batteri e cattivi odori.

 

IMPIANTO FRENANTE

Pastiglie e dischi freno

PASTIGLIE FRENO

La pastiglia è un elemento di sicurezza della vettura perché è responsabile della frenata.

Come riconoscere se la pastiglia freno è usurata?
I principali sintomi sono:

  • spia di segnalazione usura (dove presente)

  • rumorosità

  • vibrazioni in frenata lunga

  • sicuramente NON è un sintomo il classico fischio in frenata

In ogni caso è bene effettuare un controllo ogni 15.000 km tenendo presente che è un dato molto variabile, a seconda del tipo di utilizzo, del peso e della tipologia di percorso effettuato (autostrada o montagna).

Il consiglio del meccanico ‘a posto’

Dopo la sostituzione effettua 200 o 300 km di rodaggio con frenate dolci
Non fare aggiunte dell’olio dei freni ma, in caso di livello basso, rivolgiti ad un meccanico di fiducia e comunque fallo sostituire ogni due anni
Al primo sintomo (rumore in frenata o spia freni accesa) rivolgiti immediatamente al tuo meccanico di fiducia per evitare danneggiamenti ai dischi freni

Verifica sempre che siano montate pastiglie omologate e ricordati che la frenata è il controllo principale in sede di revisione.

DISCHI FRENO

Anche il disco freno è un elemento di sicurezza della vettura perché anch’esso è responsabile della frenata.
Come riconoscere se il disco freno è usurato?

I principali sintomi sono:

  • rumorosità

  • vibrazioni in frenata lunga

Se utilizzi dischi freno Brembo, grazie al sistema “easy check” puoi controllare da solo il disco tramite il segnalatore di usura.
In ogni caso è bene effettuare un controllo ogni 30.000 km a seconda del tipo di utilizzo, del peso e della tipologia di percorso effettuato (autostrada o montagna).

Il consiglio del meccanico ‘a posto’

Quando sostituisci le pastiglie freno, fai controllare sempre lo spessore (minimo th) dei dischi e ricordati che comunque bisogna sostituirli ogni due cambi di pastiglie
Dopo la sostituzione effettua 200 o 300 km di rodaggio con frenate dolci
In caso di frenata “lunga” ricordati che durante la frenata non sono coinvolti soltanto i dischi e le pastiglie, ma anche altri componenti del veicolo, per esempio gli ammortizzatori

Verifica sempre che siano montati dischi freno omologati e ricordarsi che la frenata è il controllo principale in sede di revisione.

In Category : Manutenzione
About The Author Daniele

Send Us A Message Here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment
Name *
Email *
Web